Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tlc, elettrosmog. CdS: su limiti esercizio potere/dovere controllo e vigilanza sanitaria e ambientale ex L. 36/2001

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

07/04/2015 14:51
 
NOTIZIE CORRELATE
Nei processi, siano essi civili, penali o amministrativi, è spesso richiesto l’intervento di parti terze rispetto ai litiganti, utili a coadiuvare i giudici in diverse fasi del giudizio, come nel caso del Commissario ad acta, un funzionario pubblico nominato dal giudice amministrativo nell'ambito del giudizio di ottemperanza a cui viene conferito il compito di emanare i provvedimenti che avrebbe dovuto emettere un ente, che però si è rivelato inadempiente.
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 252 del 27/10/2016 il decreto del 05/10/2016 del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare recante l’approvazione delle “linee Guida sui valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici”.
Con sentenza depositata il 21/06/2016 in Segreteria, il TAR Lazio ha respinto il ricorso 10528/2003 e nel contempo accolto il ricorso 12364/2015 promosso da RAI WAY avverso l'Ordinanza del Sindaco del Comune di Rocca di Papa del 12/08/2003 che aveva ordinato la demolizione delle antenne di Monte Cavo Vetta e il verbale di accertamento 2236/2015 circa l'inottemperanza alla citata ordinanza di ingiunzione, sgombero e demolizione.
Il Mise ha apportato alcune modifiche minori alla prima versione del decreto riguardante il canone Rai nella bolletta elettrica, ottenendo stavolta l’ok dal Consiglio di Stato; leggermente rivisitata la definizione dei dispositivi e inserito un articolo sulla privacy.
Il Consiglio di Stato boccia il decreto del Mise sul canone in bolletta: bisogna chiarire quali dispositivi sono soggetti all’imposta e risolvere le problematiche di privacy; per Giacomelli “utile suggerimento di integrazione e chiarimenti”.