Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Towering, opas EI Towers su RaiWay. Continua il confronto tra il player, la Consob e l'Antitrust

Conrinua il confronto tra EI Towers, Consob, Antitrust, UE, RAI sull'opas per le torri di RaiWay. L'ultimo aggiornamento riguarda il comunicato diffuso il 2 aprile dal player che fa riferimento alla galassia Mediaset.
In riferimento al comunicato del 27 marzo u.s. con il quale EI Towers aveva reso noto che in data 26 marzo u.s. la Consob, ai sensi dell’articolo 102, comma 4, del Tuf, ha richiesto all’offerente informazioni supplementari e ha comunicato la sospensione dei termini istruttori, l'operatore milanese  spiega "che in data 1 aprile u.s la Consob – ai sensi dell’art. 10 bis della l.241 del 7 agosto 1990 e dell’art. 12 del Regolamento generale sui procedimenti amministrativi della Consob, approvato con delibera n.18388 del 28 novembre 2012, ha comunicato alla Società, tra l’altro, che: (i) alla luce del nuovo elemento di fatto rappresentato dal Comunicato stampa ufficiale del Ministero dell’Economia e del Tesoro n.73 del 28 marzo u.s., intervenuto successivamente alla formalizzazione dell’Offerta nonché successivamente ai chiarimenti forniti da EI Towers con il comunicato del 25 marzo u.s., la manifestazione espressa dall’attuale socio di controllo RAI con il comunicato del 31 marzo u.s. “dell’intenzione di non aderire e, comunque, della ritenuta necessità di mantenere una partecipazione del 51% del capitale di Ray Way, rende allo stato non realizzabile, di fatto, la “condizione” del raggiungimento della soglia minima del 66,67% cui l’Offerente ha – tra l’altro – subordinato l’efficacia dell’Offerta cui si riferisce l’istanza di approvazione del Documento. Tale non realizzabilità riguarderebbe, altresì, qualsiasi condizione che abbia ad oggetto il raggiungimento di una partecipazione di controllo. La non realizzabilità della predetta “condizione”, cui è legato l’intero progetto imprenditoriale posto alla base dell’operazione straordinaria - a fronte della non manifestata volontà, ad oggi, da parte dell’Offerente, di eliminarla e/o modificarla - costituisce motivo ostativo all’accoglimento dell’istanza di approvazione del Documento d’Offerta.” (ii) EI Towers ha la facoltà di presentare per iscritto osservazioni, eventualmente corredate da documenti, entro il termine di dieci giorni; (iii) i termini per la conclusione del procedimento, già sospesi in data 26 marzo u.s., sono interrotti e gli stessi iniziano nuovamente a decorrere dalla data di presentazione delle osservazioni o, in mancanza, dalla scadenza del termine di dieci giorni previsto per la loro presentazione", conclude la società di towering. (E.G. per NL)
09/04/2015 09:19
 
NOTIZIE CORRELATE
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).