Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv: controlli GdF su 100 emittenti, 90 deferite all'Autorità. Nel centro del mirino: magia, cartomanzia, lotto, lotteria. Dieci denunce
 
Le Fiamme Gialle del Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l’Editoria, nell’ambito dell’attivita’ di collaborazione con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, anche sulla base delle segnalazioni pervenute da utenti e da associazioni di categoria, hanno controllato oltre 100 emittenti radiotelevisive.
I controlli hanno permesso di riscontrare la messa in onda di programmi nocivi per lo sviluppo psico-fisico e morale dei minori, nonche’ l’offerta di servizi quali televendite di pronostici del lotto, lotterie, magia e cartomanzia, in abuso della credulita’ popolare. Tra gli altri, sono stati denunciate all’Autorita’ Giudiziaria 2 persone per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, le quali, attraverso un canale televisivo locale, pubblicizzavano, in orario notturno a ciclo continuo, un sito internet di video chat - web cam live, promettendo facili guadagni a chi, dopo essersi registrato a pagamento, scambiava con altri utenti video o foto personali anche pornografici. Altro fenomeno rilevante, segnalato all’Autorita’ Giudiziaria, sottolinea la GdF in una nota, ha riguardato la presenza diffusa di programmi con servizi telefonici a pagamento su pronostici del lotto, magia e cartomanzia, rivolti a soggetti che credevano di poter ottenere valide anticipazioni su serie numeriche o sul proprio futuro, in risposta a desideri personali, purtroppo delusi visto anche il costo elevato delle telefonate. Tutto cio’ in chiaro abuso della credulita’ popolare. Alcuni casi di immagini crude, trasmesse in ”fascia protetta” e senza il necessario preavviso, sono state rilevate e segnalate all’Autorita’ di Garanzia. Oltre a 10 soggetti denunciati all’Autorita’ Giudiziaria, piu’ di 90 delle 100 emittenti monitorate sono state segnalate all’A.G.Com. per oltre 1.000 violazioni al Testo unico dei servizi media audiovisivi e radiofonici, sanzionabili complessivamente nel minimo per circa 12 milioni di euro e nel massimo per oltre 260 milioni di euro. (ASCA)
12/06/2013 09:36
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
In Germania scoppia la bufera tra politica e imprenditori del settore pubblicitario: per quanto i numeri siano ottimi, se si pensa che nel 2016 vennero investiti fino a 45 miliardi di euro in pubblicità, guardati con maggiore attenzione, i risultati pervenuti dalle analisi dello scorso anno, secondo Andreas Schubert, presidente della Zentralverband der deutschen Werbewirtschaft (Zaw, cioè l’associazione centrale dell’economia pubblicitaria tedesca), essi potrebbero essere ancora più prominenti e a favore di un’economia in crescita, ma ad oggi non è ancora così.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.