Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. De Agostini/Discovery: una “dolce” partnership
Al via il 4 marzo il nuovo talent show, firmato da De Agostini Publishing e prodotto per Discovery Italia, che trae spunto dalla serie di fascicoli Crea e decora i tuoi dolci.
Dopo l’enorme successo ottenuto con la serie collezionabile dei fascicoli Crea e decora i tuoi dolci (che farà di nuovo capolino nelle edicole a partire dal 4 marzo, allegata ai periodici Mondadori Tv Sorrisi e canzoni, Donna Moderna e Sale&Pepe), la De Agostini Publishing ha firmato un nuovo programma televisivo che verrà prodotto da Magnolia per Discovery Italia. Il boom del fenomeno del cake design, esploso negli ultimi anni, ha facilitato il proliferare di programmi televisivi atti a spiegare le tecniche e i segreti dell’arte del decorare dolci: e così, dopo i numeri da capogiro che la collana ha registrato (25 milioni di copie vendute in tutto il mondo, per un guadagno di oltre 115 milioni di euro, 1 milione di fan su Facebook e traduzioni in più di 20 paesi), la sfida si sposta sul digitale. Real Time trasmetterà da martedì 4 marzo ore 21.10, la prima delle otto puntate del nuovo talent show “My Cake Design – La Battaglia dello Zucchero”, in cui 16 concorrenti entreranno in gara tra loro, sotto l’occhio vigile ed esperto del re italiano delle torte Renato Ardovino e delle sue collaboratrici Elena Lombardo e Eleonora Giuffrida. La concomitanza dell’avvio della serie televisiva e del rilancio del prodotto cartaceo potrebbero incrementarne il rispettivo successo anche qualora la serie sbarcasse all’estero, come ha affermato Alessandro Belloni, amministratore delegato di De Agostini Publishing. E secondo lo stesso Belloni ci sarebbero altre due serie collezionabili De Agostini papabili per essere trasposte in ambito televisivo: la collezione di cavallini colorati Magiki, e Gli Animali della fattoria. La tradizione di partnership che De Agostini ha maturato negli anni (con Walt Disney per la collezione dei “Magici Classici Disney”, con Warner per la collana a fascicoli “Harry Potter – corso di scacchi”) e l’interesse che impazza per il tema trattato, fanno ben sperare anche per questa nuova impresa televisiva della multinazionale italiana. (V.R. per NL)
 
27/02/2014 16:12
 
NOTIZIE CORRELATE
Da ieri Discovery ha un nuovo organigramma. Marinella Soldi, che rimane president and managing Sud Europa (Italia, Spagna, Portogallo e Francia), sarà supportata nel mercato italiano dal general manager Alessandro Araimo, precedentemente chief operating officer di tutta l’area South Europe.
Nove Hd, la versione ad alta definizione del canale DTT di proprietà di Discovery Italia (ovviamente su LCN 9), dal 1° marzo sarà anche sulla piattaforma di Tivùsat, la tv satellitare che permette di vedere gratuitamente la programmazione del digitale terrestre.
Il 2016 di Discovery Communications si è chiuso con i ricavi a +2% (pari a 6,5 miliardi di dollari) rispetto all’anno precedente. Un risultato sopra le aspettative nonostante una raccolta pubblicitaria non brillante e un tasso di cambio che de facto ha abbassato di due punti percentuali la crescita degli introiti.
Alla fine l'operazione tra Discovery e Radio Italia si è concretata, anche se non della direzione della concessione per la vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente di Volanti (che si è invece riaccasata da Manzoni - Gruppo L'Espresso) o addirittura di una cessione di quote societarie, come si era parlato dalla primavera 2016.
Discovery chiude il 2016 con una raccolta pubblicitaria pari a 200 milioni di euro, in crescita del 14% circa rispetto all’anno precedente.