Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv digitale: il 28 aprile riparte Sportitalia?
 
In queste ore sul web si rincorrono le voci a riguardo di un'imminente ripresa delle trasmissioni su DTT, sat e web di Sportitalia, scomparsa dai teleschermi da molti mesi.
Diverse le informazioni, di cui tuttavia è impossibile ottenere conferma, anche se fa presagire qualcosa il ripristino del sito www.sportitalia.com, registrato dalla Prima Tv s.p.a. del finanziere tunisino Tarak Ben Ammar, cioè la titolare di D Free Tv, carrier nazionale DTT su UHF 50 (ex Telepiù Nero, già Telepiù 1) dei canali (del gruppo Mediaset) Premium Calcio HD, Premium Cinema HD, Disney Channel Premium, Fox Sports, Premium Play HD. Lo stesso Michele Criscitiello, conduttore prima di Sportitalia e poi di Sport 1, nella trasmissione della tv locale campana Prima Tivvù, "Contatto Sport" del 7 aprile aveva anticipato: "Nel giro di poco ripartiremo con un progetto che non è una ripartenza ma il prosieguo di quello che abbiamo fatto in dieci anni e quindi adesso torneremo a divertirci dopo tre mesi di relax....". Tuttavia, sembra che della partita non faccia parte LT Multimedia, i cui canali 60, 61 e 62 (ex Sport 1, 2 e 3, già Sportitalia 1, 2 e 24) sul digitale terrestre continuano a trasmettere un unico contenitore sportivo in loop. La società del Gruppo LT Multimedia, a sua volta alle prese con un ampio progetto di ristrutturazione tecnico-commerciale-editoriale, aveva rilevato nell'estate scorsa dalla società Maroncelli 9 (ex Interactive) di Bruno Bogarelli gli asset ex Sportitalia (ma non il marchio, di proprietà della Prima Tv e solo concesso in licenza a Bogarelli), finendo però al centro di una complessa bagarre legale/commerciale con la concessionaria PRS. A riguardo, nel mese di gennaio 2014, sulla pagina Facebook di LT Multimedia, l'editore Valter La Tona aveva dichiarato: "A quanti chiedono quando i canali di sport torneranno sul digitale terrestre (e se torneranno ai numeri 60, 61, 62) dobbiamo dire che quelle numerazioni non sono nostre (del Gruppo LT Multimedia) e venivano utilizzate solo grazie ad un accordo di partnership che è stato di fatto bloccato/impedito da un'Ordinanza del Tribunale di Milano emessa su richiesta di PRS Pubblicità. Pertanto, per quanto riguarda LT TV non c'è nessuna possibilità, al momento e sino a una diversa decisione del Tribunale, di potere trasmettere su quei canali. Ci rendiamo conto che un Progetto Sport non può essere limitato al solo satellite (per giunta HD) e stiamo lavorando a delle soluzioni diverse sia sul digitale terrestre (che escludono comunque il 60, 61, 62) che sul satellite. A questa situazione, mi auguro sufficientemente chiara (purtroppo) non c'è nulla da aggiungere al momento e quindi non vogliatecene se non risponderemo a nessuna domanda in proposito almeno sino a quando non avremo novità certe da potere raccontare". (E.G. per NL)
09/04/2014 14:20
 
NOTIZIE CORRELATE
Ancora risultati positivi per Sportitalia, con ricavi in crescita del 66% nel 2015; adesso, l’emittente punta ad aumentare i contenuti autoprodotti per limitare i costi e, secondo indiscrezioni, anche al canale 59 orfano di Gazzetta Tv.
Oggi è il novantesimo anniversario della prima dimostrazione pubblica di un apparecchio televisivo: la tv elettromeccanica. Ricorre oggi il novantesimo anniversario della prima dimostrazione di televisione.
Per gli appassionati di sport, ma soprattutto di contrattazioni calcistiche, torna il calciomercato su Sportitalia: durante tutto il mese di gennaio il canale televisivo italiano interamente dedicato allo sport (disponibile in Italia sui canali 60 e 153 del dtt e sulla piattaforma Sky Italia, al canale 225) sarà interamente incentrato sull’analisi dei movimenti e operazioni di trasferimento dei calciatori da una società all’altra.
Niente da fare per Lt Multimedia: la società di Valter La Tona, editore di Alice, Leonardo, Marcopolo e Nuvolari, s'avvia verso il concordato preventivo.
Tra bomber e mezzepunte, Sportitalia (ora LCN 60, oltre a 153) consegue gli obiettivi prefissati, assicurandosi una preminente attenzione mediatica confermata dai dati Auditel di agosto.