Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv digitale: il Governo Berlusconi frena sul dividendo interno? Sky reagisce allargando l'offerta digitale alla IPTv con Fastweb
Mentre non si frenano le polemiche dell'opposizione a riguardo del rallentamento operato dal Governo Berlusconi sulle procedure per la gara non competitiva (cd. Beauty Contest) per l'assegnazione del dividendo interno, Sky reagisce potenziando le attività su un segmento della tv digitale dove RAI e Mediaset sono ancora deboli.
"Combinare l’offerta televisiva via satellite con i servizi internet a banda larga e telefonia fissa è l’obiettivo dell’accordo siglato da Sky Italia e Fastweb", fanno sapere con una nota odierna i due gruppi. "Home Pack è un’offerta che risponde alle esigenze di semplificazione da parte dei clienti che sempre più desiderano razionalizzare e ottimizzare le loro spese. Per la prima volta i consumatori avranno un modo semplice e vantaggioso per dotare la propria casa dei servizi più innovativi e di qualità disponibili sul mercato italiano in termini di intrattenimento, connettività e telefonia. Con il vantaggio di beneficiare di un conto unico che combina l’abbonamento Sky con i servizi internet a banda larga e telefonia di Fastweb", recita il comunicato. "L’accordo consente ad entrambi gli operatori di offrire servizi di alto livello ad un prezzo accessibile e competitivo. La possibilità di fruire in maniera combinata di due infrastrutture tecnologicamente all’avanguardia come quelle di Sky e Fastweb permette in prospettiva di cogliere tutte le opportunità che è in grado di offrire la banda larga e avviare lo sviluppo di servizi che prevedono una sempre maggiore integrazione tra televisione e internet". Un promettente comparto della D-Tv dove sia Mediaset che RAI sono ancora scarsamente posizionate e nel quale le rendite di posizione non favoriscono il duopolio televisivo italiano. "Grazie a questa sinergia verrà proposta la programmazione dei 190 canali televisivi di Sky (inclusi l’Alta Definizione, il decoder My Sky HD, la Digital Key per accedere ai programmi in chiaro del digitale terrestre) nonché la navigazione internet senza limiti di tempo, chiamate telefoniche nazionali illimitate verso rete fissa (senza scatto alla risposta) fino a 1000 minuti di chiamate internazionali verso rete fissa (senza scatto alla risposta) e la possibilità di accedere ai servizi Fastweb Mobile. Con Home Pack sarà possibile scegliere tra decine di combinazioni diverse a seconda del numero di pacchetti che compongono l’abbonamento, a partire dalla formula che comprende due Channel Pack e un pacchetto Premium di Sky (Cinema, Sport o Calcio), e l’offerta Parla&Naviga Casa di Fastweb". Insomma, se sul DTT, grazie ai ritardi nell'apertura dell'etere digitale terrestre ai nuovi entranti, il dominio Mediaset e RAI si fa sempre più forte rendendo arduo l'ingresso ai competitor, sul terreno della IPTv la partita è ancora tutta da giocare. (A.M. per NL)
31/01/2011 16:10
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).