Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Discovery: 200 mln dalla pubblicità nel 2016. In arrivo Crozza su Nove

Discovery chiude il 2016 con una raccolta pubblicitaria pari a 200 milioni di euro, in crescita del 14% circa rispetto all’anno precedente.
I buoni indici di ascolto (a novembre la media share nelle 24 ore è stata del 6,69%) sono il risultato di un’efficace gestione delle reti di punta del gruppo (Real Time, Nove, Dmax e Focus) che mira nei prossimi mesi ad aprire nuovi percorsi di sviluppo. Nel 2017 si proverà a lavorare sui centri media per ottimizzare gli introiti pubblicitari poiché l’indice “power ratio” non si smuove ancora dal punto percentuale, ben lontano dall’1,8% di Mediaset. Intanto Nove, il canale DTT lanciato da Marinella Soldi nell’ottobre del 2016, punterà su un nuovo show di Maurizio Crozza (dovrebbe iniziare in primavera) per lanciare la sfida in prima serata a Rai, Mediaset e La7, rete da cui proviene il comico genovese. In attesa che vengano venduti i diritti in chiaro per le Olimpiadi acquistati dall’azienda statunitense nei mesi scorsi, Discovery si prepara a partecipare alle aste per i diritti tv del campionato italiano di calcio e della Champions League del prossimo triennio. (M.R. per NL)

10/01/2017 13:38
 
NOTIZIE CORRELATE
Secondo i dati Nielsen, nei primi 11 mesi del 2016 in Italia la raccolta pubblicitaria è cresciuta dell'1,7% rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente, ma se si prendono in considerazione anche i dati relativi a search e social, settori non monitorati nella ricerca, allora il risultato potrebbe essere vicino al +3,7%.
Alla fine l'operazione tra Discovery e Radio Italia si è concretata, anche se non della direzione della concessione per la vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente di Volanti (che si è invece riaccasata da Manzoni - Gruppo L'Espresso) o addirittura di una cessione di quote societarie, come si era parlato dalla primavera 2016.
Dopo l’acquisizione a giugno dei diritti televisivi europei (esclusa la Russia) per la trasmissione dei giochi olimpici dal 2018 al 2024, Discovery starebbe cercando di girare in sublicenza l’esclusiva ad altre reti.
Il mercato degli investimenti pubblicitari nei primi dieci mesi dell’anno si attesta a +2,0% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel singolo mese di ottobre la raccolta è in calo dell’1,7%.
RTL 102.5 registra, nel 2016, una raccolta pubblicitaria pari a 54 milioni di euro, in leggera flessione sul 2015, ma a fronte di previsione più fosche (si stimava un -10% su un anno che era andato molto bene anche grazie alle Olimpiadi di Rio), il consuntivo è decisamente positivo.