Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Discovery pronto per shopping LCN più bassi. Tre approcci per due canali
 
Il gruppo televisivo in continuo e costante fermento, sarebbe interessato a trasportare Real Time e Dmax su numerazioni più basse del digitale terrestre.
I successi dei canali di Discovery (Real Time e Dmax in primis) saltano ormai all’occhio giorno dopo giorno, nonostante solo uno dei due (quello su LCN 31) sia ai limiti della frequentazione tipica dei telespettatori che prediligono i tasti + e - per scegliere i programmi da guardare (gli studi indicano che dopo il numero 30 la tendenza è quella di ricercare il canale noto, come il 52 di Dmax). Cosa potrebbe succedere nel caso in cui venissero acquistate e conquistate posizioni più favorevoli? Basti pensare che il talent culinario Bake Off, condotto da Benedetta Parodi in prime time e trasmesso lo scorso venerdì in contemporanea su Real Time, Dmax, Giallo, Focus, K2 e Frisbee, ha raggiunto il picco del 6,4% di share. Grande il riscontro del pubblico italiano quindi, nonostante le pigre abitudini del telespettatore che fatica ad allontanarsi dai primi nove tasti del telecomando. La voglia di raggiungere lidi più trafficati è sempre più alta e la questione, da mesi, non favorirebbe il sonno dei vertici di Discovery (nonostante gli ottimi risultati ottenuti sul fronte pubblicitario, +30%, e sul fronte degli ascolti, con il 7,4% di share sul target di individui e il 10% sul target commerciale). La preda più appetibile sarebbe evidentemente uno dei controversi canali del segmento 1-9, oggetto delle recentissime attenzioni del Consiglio di Stato, magari sfruttando la debolezza determinata da alcune deludenti performance economiche che potrebbero favorirne l'alienazione (presupposti amministrativo-giudiziari permettendo). La caccia agli LCN di Discovery potrebbe poi proseguire e concludersi nel range 20-28, dove ci sono almeno due canali di cui i rispettivi editori farebbero volentieri a meno dietro un (certamente lauto) corrispettivo, magari per delocalizzarsi in retrovie che non alterebbero oltremodo i non edificanti risultati di audience. Vedremo presto, perché la stagione della caccia appena aperta si concluderà tra non molto. (V.R. per NL)
 
11/09/2014 13:49
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Nei processi, siano essi civili, penali o amministrativi, è spesso richiesto l’intervento di parti terze rispetto ai litiganti, utili a coadiuvare i giudici in diverse fasi del giudizio, come nel caso del Commissario ad acta, un funzionario pubblico nominato dal giudice amministrativo nell'ambito del giudizio di ottemperanza a cui viene conferito il compito di emanare i provvedimenti che avrebbe dovuto emettere un ente, che però si è rivelato inadempiente.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).