Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Discovery: utile in crescita del 64% (8,5 mln). Ancora in forse la raccolta per Radio Italia

Buoni i risultati di Discovery Italia nel 2015. Stando ai dati di bilancio, il gruppo (a.d. Marinella Soldi, cfr. foto) ha registrato un fatturato in crescita del 17%, collocandosi a 194,8 mln di euro, con utile a 8,5 mln (pari a + 64%).
Bene anche la raccolta della concessionaria Discovery Media: +19,4% a 174,6mln. A riguardo di quest'ultima, la notizia, data per probabile, dell'acquisizione della concessione alla vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente nazionale Radio Italia (valore circa 30 mln nel 2015) prossima orfana di Mediamond (dal 01/01/2017), è tornata negli ultimi giorni in forse (in lizza ci sarebbero altri due soggetti, di cui uno già attivo nel comparto radio). Relativamente all’acquisto di All Music, oggi Nove, sono stati messi a bilancio da Discobery 36 mln: 15,8 mln per il costo d’acquisto e 11 mln per la componente variabile, legata alla numerazione del canale. In più, a giugno è stata portata avanti una ricapitalizzazione da 10 mln. (E.G. per NL)

05/08/2016 13:37
 
NOTIZIE CORRELATE
Da ieri Discovery ha un nuovo organigramma. Marinella Soldi, che rimane president and managing Sud Europa (Italia, Spagna, Portogallo e Francia), sarà supportata nel mercato italiano dal general manager Alessandro Araimo, precedentemente chief operating officer di tutta l’area South Europe.
Da oggi sarà iLMeteo.it il fornitore ufficiale delle previsioni meteo di Radio Italia,  da 35 anni la prima radio privata di sola musica italiana. Cinque i passaggi quotidiani dedicati.
Nove Hd, la versione ad alta definizione del canale DTT di proprietà di Discovery Italia (ovviamente su LCN 9), dal 1° marzo sarà anche sulla piattaforma di Tivùsat, la tv satellitare che permette di vedere gratuitamente la programmazione del digitale terrestre.
Il 2016 di Discovery Communications si è chiuso con i ricavi a +2% (pari a 6,5 miliardi di dollari) rispetto all’anno precedente. Un risultato sopra le aspettative nonostante una raccolta pubblicitaria non brillante e un tasso di cambio che de facto ha abbassato di due punti percentuali la crescita degli introiti.
Alla fine l'operazione tra Discovery e Radio Italia si è concretata, anche se non della direzione della concessione per la vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente di Volanti (che si è invece riaccasata da Manzoni - Gruppo L'Espresso) o addirittura di una cessione di quote societarie, come si era parlato dalla primavera 2016.