Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv e giornalismo. Morto a Roma Franco Alfano: suo lo scoop nel 1979 per GBR sul ritrovamento di Moro

Franco Alfano, giornalista e conduttore televisivo e radiofonico si è spento ieri sera a Roma, all’età di 76 anni. La sua esperienza professionale è legata indissolubilmente all’uccisione di Aldo Moro.
Il 9 maggio del 1978 Franco Alfano diresse le riprese e i servizi giornalistici dell’emittente privata romana GBR, con le immagini, in esclusiva mondiale, del ritrovamento in via Caetani a Roma del corpo dello statista democristiano ucciso dalle Brigate Rosse. Le immagini, le uniche esistenti, furono poi cedute alla Rai e alle maggiori reti televisive del mondo. Per questo motivo, nel 1979, gli venne assegnato il riconoscimento del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti “Cronista dell’anno”. Nello stesso 1979 entrò in Rai raggiungendo la qualifica di direttore del Tg Regionale ed inviato speciale per avvenimenti d’attualità nazionali e internazionali di particolare rilevanza. Autore di numerose inchieste e speciali televisivi, nel 1983 gli venne assegnato il premio “Microfono d’Argento”, quale autore del miglior servizio speciale trasmesso dalla Terza Rete televisiva. Ricoprì anche la carica di capo della redazione cronaca e poi vicedirettore del Tg2 e della Direzione acquisto diritti sportivi. Per conto della stessa Rai ricoprì anche le cariche di direttore generale della Radiotelevisione della Repubblica di San Marino e di direttore e amministratore delegato della Sport Set, società partecipata da Rai e Rcs, per la produzione di programmi televisivi e multimediali. Fu, inoltre, assistente del direttore generale della Rai fra il 1997 e il 2000 per le nuove tecnologie applicate all’informazione. Inoltre, consigliere dell’Ordine dei giornalisti per tre mandati e membro della Commissione sui problemi radio-televisivi. (R.R. per NL)

25/10/2016 08:02
 
NOTIZIE CORRELATE
Martedì 17 gennaio la Combo Media srl si è aggiudicata il ramo d’azienda “Roma Uno”, emittente televisiva della Capitale. Dopo circa un anno dalla dichiarazione di fallimento, “Roma Uno”, che per quasi tredici anni ha rappresentato un punto di riferimento dell'informazione locale, riprenderà le trasmissioni televisive sul canale 11 del telecomando.
"In merito alla notizia pubblicata, dal titolo “Ritorna in onda RomaUno”, secondo la quale è ora entrata a far parte della galassia dell’imprenditore abruzzese Francesco Di Stefano>>, Voxson TV ed il Fallimento RomaUno precisano che l’emittente RomaUno è di titolarità del Fallimento RomaUno ed è da
"RTR 99, la radio romana "fuori dal coro" che modula sui 99.0 Fm, ringrazia tutti i suoi ascoltatori per la straordinaria partecipazione alla raccolta fondi per Amatrice".
Maxi sequestro del Tribunale di Roma 152 siti web che diffondevano via internet servizi “piratati” che consentivano all’utente della rete di assistere gratuitamente alla visione di film o di eventi sportivi.
Luca Svizzeretto, giornalista del quotidiano Nuovo Oggi e speaker dell'emittenza locale capitolina è morto a soli 38 anni a causa di complicazioni dovute alla malattia di Crohn.