Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv: Fox e l’era della social tv
Il gruppo televisivo atterrato nel 2003 in Italia sulla piattaforma di Sky intende sfruttare l’occasione della Social tv. Più precisamente, vuole interagire attraverso i social network - Facebook il più famoso - pubblicando commenti, opinioni o voti, con i prodotti fruibili attraverso la televisione come trasmissioni d'intrattenimento, talk show, film o telefilm.
L'interazione è bidirezionale (dai social alla tv e viceversa) e può avvenire direttamente attraverso il televisore (definizione forte di social tv), oppure attraverso altri device (definizione debole di social tv), in contemporanea o meno con la visione televisiva. Attualmente, i contenuti tv condivisi sui social network rappresentano il 3%, anche se la percentuale è destinata a crescere; almeno questo è quanto affermato dal direttore marketing e vendite di Fox International Channels Italy, Alessandro Militi. I dati numerici parlano di 90mila fan di Fox su Facebook sei mesi fa, che ora - grazie a progetti che coinvolgono il pubblico - sono diventati 750mila (anche grazie ad un test online rivolto alle donne per scoprire a quale attrice di Fox Life assomigliassero di più). Lo stesso direttore Militi dichiara che la Fox Social Tv rappresenta un nuovo modo di vedere la televisione che intrattiene gli spettatori con più mezzi comunicativi. (V.V. per NL)
19/07/2012 16:18
 
NOTIZIE CORRELATE
Le due novità in fatto di navigazione, Whatsapp Web e Telegram Web, famosi servizi di messaggistica istantanea nati come semplici app e adesso usufruibili anche tramite sito web su computer e tablet, sono state recentemente prese di mira dagli hacker della Rete; questo almeno è quanto emerge da uno studio firmato Check Point Software Technologies Ltd., ovvero un'azienda israeliana produttrice di dispositivi di rete e software, specializzata in prodotti relativi alla sicurezza quali firewall e VPN (Virtual Private Network - rete di telecomunicazione privata).
In un articolo del 15 marzo, pubblicato sul blog ufficiale di Viacom (Visual & Audio Communications - conglomerato di media statunitense con vari interessi in tutto il mondo nei canali televisivi satellitari e via cavo), si legge: “Insieme a Fox Networks Group e Turner siamo lieti di annunciare la nascita di OpenAP, la piattaforma avanzata di rilevazione audience nel settore televisivo”.
Snap, società a cui fa capo l’applicazione Snapchat, è sopravvissuta al suo primo giorno di quotazione in Borsa (venerdì 3 marzo) chiudendo a 26,7 dollari con una crescita del 9%.
Il gruppo Fox si tinge di rosa con il nuovo portale tutto al femminile, FoxLife.it, ma non solo: spinta in avanti per serie tv ed investimento concreto nel digitale.
Snapchat sorprende tutti a Wall Street arrivando a registrare la maggior quotazione Nyse nella storia di una società tecnologica, dopo Alibaba nel 2014.