Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. La7, sindacati: sciopero con adesione superiore al 60%

"Ad ora l'adesione allo sciopero di oggi, proclamato da Slc-Cgil e Uilcom-Uil a La7, sarebbe superiore al 60%, con punte del 90% presso gli studi di Via Novaro a Roma". Così dichiara Barbara Apuzzo, segretaria nazionale Slc Cgil.
"L'alta adesione allo sciopero ha provocato uno stravolgimento del palinsesto: il TG è stato trasmesso da Milano, e l’emittente ha pre-registrato tutti i programmi sinora trasmessi. Prendiamo peraltro atto dell’evidente attacco al sindacato, ed alla Cgil in particolare proprio nel giorno dello sciopero, che traspare dai servizi preparati ad hoc e messi in onda oggi – prosegue la sindacalista. “Ad ulteriore riprova di tale atteggiamento Cairo, in un’intervista a La Repubblica di oggi, manifesta la propria "sorpresa" nel constatare che "invece che gioire per le certezze che già hanno" (il posto di lavoro), i lavoratori osino chiedere "quanto oggi non possono avere". Il riferimento è al giusto riconoscimento economico legato alla produttività, quella che, per inciso, concorre al tanto sbandierato risanamento aziendale, e al riconoscimento di diritti uguali per tutti i lavoratori.”  “Sembra proprio che l’editore Cairo si sia dimenticato che in Italia esistono ancora dei diritti, tra cui, oltre a quelli costituzionali allo sciopero e al lavoro da circa 70 anni ad oggi, anche ad un dignitoso salario ed alle tutele previsti dallo statuto dei lavoratori siglato ben 45 anni orsono – insiste Apuzzo. Ricordiamo pertanto a Cairo che l'agitazione di oggi è stata indetta a causa dell’indisponibilità del Gruppo a trovare forme di accordo per l'estensione dei diritti e delle tutele ai neo-assunti e ai precari, e per il rinnovo del secondo livello di contrattazione".  “Un ringraziamento va invece alle lavoratrici e ai lavoratori di La7 – conclude Apuzzo - che hanno aderito in massa a questo sciopero e alle Rsu che hanno lavorato in modo splendido per favorirne la riuscita: lottare per difendere i propri diritti e per estenderli ai più deboli come hanno fatto i lavoratori di La7, è veramente il modo migliore per festeggiare il 1º Maggio.” (E.G. per NL)

30/04/2015 15:49
 
NOTIZIE CORRELATE
Cairo Editore ha registrato, nel 2016, una crescita del 7% (rispetto al 2015) in termini di raccolta pubblicitaria proveniente dalle testate del gruppo, per un totale di 27,6 mln di euro (nel 2015 sono stati invece 25,8 mln).
L’Effetto Sanremo, ossia il picco di ascolti che Rai 1 registra durante il Festival, consegna al primo canale nazionale la cima della classifica dello share (17,61%) riferito alla prima serata di febbraio 2017 e al target “commerciale” di utenti tra i 15 e i 54 anni.
Valorizzare gli ascolti in netta crescita e migliorare il fatturato: questo è l’obbiettivo di Urbano Cairo per quanto riguarda il 2017.
Tempi d’oro per Urbano Cairo e la sua La7, che godono dei risultati derivanti dall’aver scommesso sull’informazione e l’approfondimento politico nel disegnare il proprio palinsesto.
Più di 100 mln di perdita in meno rispetto all’anno scorso e al contempo più di 100 mln in meno di debiti, nonostante i ricavi siano ancora in calo.