Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali. Attentato ai tralicci di Rttr in Trentino: con Santoro ha share regionale più alto
Stanotte l'emittente trentina Rttr, una delle emittenti che trasmette il nuovo programma di Michele Santoro 'Servizio Pubblico', ha subito un attentato ai propri tralicci nella postazione ubicata sul Monte Calisio, la seconda per importanza nella regione.
La zona e' attualmente sotto sequestro. Si tratta del secondo attentato nel giro di una settimana ad emittenti del "circuito" di tv areali che trasmettono il programma di Santoro. Giovedi' scorso infatti sono stati rubati due trasmettitori a Telelombardia, sempre alla vigilia della puntata, che va in onda il giovedi' in prima serata. La scelta delle due emittenti 'danneggiate' non sembra affatto casuale - fanno notare dalla redazione del programma - visto che Telelombardia e' l'emittente del circuito che ha ottenuto il 'minuto medio' piu' alto negli ascolti delle prime due puntate e Rttr e' emittente che ha registrato lo share regionale piu' alto nella seconda puntata di 'Servizio Pubblico'. (Adnkronos)
17/11/2011 15:51
 
NOTIZIE CORRELATE
"Il  23  dicembre,  il  "regalo"  dell'editore   di   Trentino Tv   Graziano   Angeli   di   voler   licenziare   3 giornalisti. L'annuncio durante l'incontro con Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige e Fistel-CISL".
Pollice verso per Michele Santoro da parte del Tribunale di Milano che respinge l’appello del giornalista contro la condanna risalente al 29 maggio 2015 e che lo obbligava a risarcire per 30mila euro complessivi Mediaset per diffamazione.
Dallo scorso 18 giugno, data che coincide con la chiusura del programma “Servizio Pubblico” (uno dei talk show politici più seguiti degli ultimi anni), e che decretò la fine dei rapporti tra Michele Santoro (foto) e La7, è trascorso ormai molto tempo.
Il nuovo programma si prospetta essere uno degli appuntamenti più attesi di quest’ultimo scorcio di stagione televisiva: i veri protagonisti saranno i giovani, ricalcando la formula del primo Amici di Maria De Filippi (il talk generazionale degli anni Novanta, non il talent di oggi).
Il direttore Angelo Teodoli punta sull’informazione, sulla complessità e sull’investimento in nuovi progetti.