Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, contributi, FRT: "A causa dei Corecom possibili ritardi nell'erogazione dei fondi ex L.448/98"
"I Corecom, ovvero quegli enti che dovrebbero non solo controllare ma anche facilitare la vita delle emittenti locali, il cui stato di crisi è ben noto, stanno rallentando il procedimento di erogazione dei contributi ex L.448/98. Pertanto, i tempi di liquidazione delle somme rischiano di allungarsi, e di parecchio".
Lo denuncia la Federazione Radio Televisioni (FRT), che, in un nota di ieri sottolinea come per le tv locali questa sia "un'altra bruttissima notizia, che causerà conseguenze pesanti sulle disastrate casse di moltissime imprese". "Il Ministero dello sviluppo economico - continua la FRT - ha fatto sapere - con una nota indirizzata al Coordinamento Corecom Italia - che le graduatorie approvate da alcuni Corecom non risultano adeguate al contenuto della nota Ministeriale del 23/2/2012, precisamente nella parte riguardante il requisito della regolarità contributiva che deve essere posseduto - come previsto da una sentenza del Consiglio di Stato - al momento della scadenza del termine di presentazione delle domande. In sostanza detti Corecom, secondo il Ministero, non si sarebbero adeguati non solo alla circolare ministeriale ma alle stesse disposizioni della sentenza del Consiglio di Stato". Pertanto, il Ministero ha reso noto che "il comportamento omissivo da parte dei Corecom non consentirà all'amministrazione di porre in essere gli adempimenti di propria competenza e cioè il riparto della somma stanziata per l'anno 2011 e la successiva erogazione dei contributi." La FRT ha quindi invitato i propri associati a sollecitare i Corecom di ciascuna regione a volersi adeguare urgentemente alle disposizioni diramate dal Ministero con nota del 23/2/2012, al fine di ridurre i tempi di erogazione delle somme spettanti per legge. Da parte sua la FRT "richiederà al Ministero di sollecitare direttamente i Presidenti di quei Corecom che non abbiano ancora ottemperato alle disposizioni ministeriali". (E.G. per NL)
17/07/2012 07:56
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.