Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Emilia-Romagna: non chiude più Tele 1. Ospitati i contenuti da DI.TV
Scongiurata la chiusura della storica emittente locale Tele1 di Faenza. Il network e content provider DI.TV comunica infatti che "i migliori contenuti trasmessi sul canale 90 del digitale terrestre, sono da oggi visibili anche sul canale 17 e 71 con l’accostamento al logo di Tele1".
"Con il subentro della nuova gestione proprietaria dei canali DI.TV sfuma l’annunciata chiusura dell’emittente con sede a Faenza di proprietà dell’imprenditore Germano Zama", spiega il player locale. DI.TV, l’emittente emiliano-romagnola visibile non solo a livello regionale ma anche in parte della Lombardia e delle Marche, "continuerà ad essere punto di riferimento commerciale e d’informazione per tutto il bacino interessato". Nessuno stop dunque per le trasmissioni di nicchia che servivano e continueranno a farlo il pubblico Manfredo, con i format “Il Sindaco Risponde” e “Speciale Gruppi Consiliari” in onda ogni mercoledì a settimane alterne a partire dalle 20, oltre ai numerosi speciali di approfondimento dedicati al ricco patrimonio culturale ed artistico della capitale delle ceramiche. (E.G. per NL)
 
04/09/2014 12:42
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.