Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Lazio. ExtraTV (Frosinone) verso la chiusura. Il 31 maggio scade CIG e proprietà ha confermato licenziamento collettivo

Torna a serio rischio il futuro di ExtraTv. Come spiega un comunicato sindacale, "Il 31 maggio scade la Cassa Integrazione in deroga concessa dalla Regione Lazio nello scorso mese di ottobre grazie al decisivo intervento del Prefetto di Frosinone, la Dott.ssa Emilia Zarrilli, ed i lavoratori dell'emittente stanno per andare incontro alla fine certa della loro esperienza professionale se in questo periodo non interverranno fatti nuovi.
Allo scadere dell'attuale periodo di Cig in deroga la proprietà di ExtraTv, infatti, ha confermato la volontà di procedere al licenziamento collettivo di 12 dei 18 dipendenti complessivi della televisione; 12 professionalità, 12 persone che dall'agosto 2008, data di partenza della tv, si sono spese con tutte le loro energie ed anche oltre per assicurare una voce originale e puntuale dell'informazione giornalistica a Frosinone.Sostenuta dall'Associazione Stampa Romana, con il suo segretario Lazzaro Pappagallo, dal delegato provinciale di Frosinone di Stampa Romana, Tiziana Cardarelli e dalla Slc-Cgil, nella persona di Giuseppe Di Pede, l'Assemblea dei lavoratori di ExtraTv vuole anche sottolineare la situazione paradossale della vicenda: proprio nei giorni in cui a Frosinone si vive la più che giustificata euforia per la storica promozione in Serie A del Frosinone Calcio. Di contro la tv che in 6 degli ultimi 7 anni, compreso quest'ultimo trionfale, è stata l'emittente ufficiale della società gialloblù sta rischiando di non poter sfruttare le enormi opportunità che l'approdo nella massima serie calcistica potranno comportare per le attività commerciali e produttive del capoluogo ciociaro e del territorio limitrofo. Opportunità che potrebbero essere utilizzate in primis da un'emittente che in questi anni si è sempre distinta per la professionalità e l'affetto con cui ha seguito la "sua" squadra di calcio. L'Assemblea dei lavoratori di ExtraTv, pertanto, chiede con forza alle istituzioni locali e ad imprenditori di salvaguardare il patrimonio professionale che ExtraTv sarebbe ancora in grado di esprimere. La proprietà, peraltro, si è detta disponibile ad intavolare eventuali trattative anche per la cessione della tv. A chi è in grado di farlo l'assemblea chiede aiuto, ricordando che il tempo stringe. L'Assemblea dei lavoratori di ExtraTv si è tenuta ieri alla presenza del delegato provinciale di Stampa Romana, Tiziana Cardarelli". (E.G. per NL)
27/05/2015 14:28
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.