Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, legge di stabilità: futuro settore dipende da Commissione Bilancio Camera
 
Ci auguriamo che la Commissione Bilancio oggi approvi l’emendamento che prevede l’applicazione dell'art. 10 della legge 422 del '93 a favore delle emittenti locali, evitando che il comparto sparisca, colpito dalla crisi e dai tagli indiscriminati del governo".
E’ quanto dichiara il Presidente dell'Associazione TV locali FRT Maurizio Giunco. "L'approvazione dell'emendamento, prosegue Giunco, consentirebbe la sopravvivenza delle emittenti locali (soprattutto quelle a vocazione informativa) preziose custodi del pluralismo e della libertà d'informazione scongiurando inoltre disastrose ripercussioni in termini di occupazione per più di 5 mila addetti. La drammaticità del momento impone al Parlamento di intervenire con decisione ed efficacia al fine di evitare la cancellazione di un intero comparto televisivo che tanto ha contribuito a dare voce alle particolarità e ed alle istanze del territorio", ha concluso l'esponente del sindacato che fa parte di Confindustria Radio Tv. (E.G. per NL)
 
17/12/2013 11:06
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.