Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Sicilia: nasce Ultima Tv di Catania

Una nuova stazione televisiva siciliana da fine ottobre debutterà sul DTT (LCN 87 e 877): si tratta di Ultima Tv, che fa capo all'amministratore di Funivia dell'Etna Francesco Russo Morosoli.
L’obiettivo dell'emittente di Catania, diretta da Umberto Teghini (già ad Antenna Sicilia), sarà quello di riportare l’informazione locale al centro dell’attenzione. "Una scommessa, una sfida ricca di incognite e per questa ragione ancora più stimolante, che affrontiamo proprio in un periodo tutt'altro che incoraggiante sotto il profilo economico generale", ha dichiarato Morosoli, secondo il quale si tratta di "una scommessa ardua, visto che il settore della televisione locale è in piena crisi, così come il mercato dewlla raccolta pubblicitaria, oggi al minimo storico. Crediamo in questo progetto e in questo investimento non indifferente. Sono ottimista perché nel giro di pochi anni, ne sono certo, si apriranno verosimilmente scenari interessanti in questo settore e noi ci saremo e certamente non ci faremo trovare impreparati. Probabilmente se accanto a me non avessi avuto i migliori giornalisti, i migliori tecnici e i migliori agenti commerciali, forse non avrei intrapreso questa sfida editoriale, inedita per il Gruppo che mi pregio di guidare". (R.R. per NL)
26/09/2016 06:38
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.