Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Toscana link: nasce il collegamento Tv Prato, TSD Arezzo e Toscana Oggi
Si chiama "Toscana Link" il consorzio creato mercoledì 31 ottobre da Tv Prato e Tsd di Arezzo, due emittenti televisive locali che fanno riferimento alle rispettive Diocesi.
Il nuovo soggetto, senza scopo di lucro, ha l’obiettivo di creare un link, un collegamento appunto, di collaborazione fattiva tra le due tv e tra queste e il settimanale Toscana Oggi, promosso dalle Diocesi della regione. Non a caso il nuovo soggetto avrà sede proprio presso la redazione del settimanale cattolico, a Firenze, e a guidare il consiglio di amministrazione, come presidente, sarà il direttore di Toscana Oggi, Andrea Fagioli. E così, nel network, entra anche la nuova agenzia multimediale creata dal settimanale i cui contenuti video sono fruibili da ieri nel nuovo sito www.toscanaoggi.it .“La collaborazione già avviata tra Tv Prato e Tsd in occasione del passaggio al digitale – spiega il presidente della Fondazione televisiva aretina, Umberto Valiani - si consolida ora attraverso la nascita di questo nuovo contenitore per lo scambio e la progettazione congiunta di contenuti editoriali e per la promozione di sinergie organizzative”. Allo studio ci sono già alcuni ambiti di collaborazione, ma il contenitore è aperto, come spiega il direttore di Tv Prato, Gianni Rossi: “Le nostre due emittenti hanno deciso concordemente di avviare un percorso di collaborazione, ma ci piacerebbe poi condividerlo con altre emittenti della Toscana”. Prima produzione comune sarà il format "Terra Santa Link – Linea diretta con Gerusalemme", un nuovo progetto multicanale dedicato alla presenza dei cristiani in Palestina e ai rapporti con le Diocesi toscane, in onda e in rete a partire dalla prossima settimana. (www.diocesiarezzo.it)
 
03/11/2012 09:21
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.