Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv locali, Veneto. Antenna 3 Nord Est a Rete Veneta

Si è conclusa positivamente la cessione della storica emittente veneta Antenna 3 Nord Est. Il nuovo titolare è una società del gruppo Rete Veneta.
"Oggi nasce il più grande polo televisivo del Nordest", recita una nota diffusa dal gruppo televisivo di Bassano del Grappa (Vi) che spiega che A3NE "si aggiunge al gruppo cui già fanno capo Telequattro Trieste e Nordest Tv. Quattro emittenti, più di 100 dipendenti e ascolti leader su tutto il territorio per un polo che da sempre dà voce ai cittadini, alle loro richieste e opinioni. Gli obiettivi delle nostre telecamere saranno sempre puntati sulle esigenze di un territorio che chiede di essere ascoltato, come sottolinea nel suo intervento l'editore, l'ingegnere Filippo Jannacopulos". Coadiutori del Fallimento A3NE (curatore nominato dal Tribunale di Treviso: dr. Roberto Cortellazzo Wiel) sono stati l'avv. Lodovico Fabris (Studio Fabris & Associati), l'avv. Stefano Cionini (Area Affari Legali Consultmedia) e la società Tecnomedia srl, nella persona dell'ing. Massimo Rinaldi (Area Tecnica di Consultmedia). L'operazione positivamente portata a termine dopo intense trattative, ha consentito di salvare 36 posti di lavoro. (E.G. per NL)
09/01/2017 18:25
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.