Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Mediaset: Berlusconi non cede a Sky, ma vede comunque Murdoch per Premium (che interessa anche a Vivendi)

"Il controllo di Mediaset non è in discussione". Pier Silvio Berlusconi, neo a.d. di Mediaset (al posto di Giuliano Adreani che rimane presidente di Pubblitalia), lo vuole dire chiaro "anche al mercato" dopo le improbabili ipotesi di un interesse di Vivendi e un incontro del padre con Rupert Murdoch avvenuto lunedì sera nella villa di Arcore, presente anche lui e l'altro 'delfino' Lachlan Murdoch (che sembra aver scalzato il fratello James nella gestione degli affari televisivi europei dell'azionista di riferimento di Sky).
Piuttosto, restano concrete le ipotesi di nuovi soci per Mediaset Premium: il maggior candidato rimane Vivendi, che ha in cassa oltre 10 miliardi di liquidità, mentre su un possibile sondaggio di Sky per le attività pay spiega la situazione lo stesso Pier Silvio Berlusconi. "Siamo aperti a partnership di minoranza, ma a loro potrebbe interessare?", dice il vicepresidente del Biscione dopo l'assemblea del gruppo. Il confermato presidente Fedele Confalonieri è anche più diretto ("in minoranza Murdoch non gioca neanche a scopa") e per ora i due eredi dal faccia a faccia dei padri hanno ricevuto il 'mandato' di trovare intese che non ostacolino i rispettivi business. E si intravede quale potrà essere una soluzione. Sui diritti per la Champions League dei prossimi tre anni Pier Silvio conferma per esempio che sarà "un'esclusiva assoluta" di Mediaset Premium. Poi però annuncia "un'offerta pay di contenuti pregiati" del Biscione sul satellite dall'inizio del 2016, una piattaforma che potrebbe essere aperta agli abbonati Sky, riconoscendo al gruppo Murdoch una quota per ogni cliente 'di passaggio'. (E.G. per NL)
30/04/2015 09:33
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).