Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Mediaset: il dossier caldo di Endemol
Possedere e gestire un colosso come Endemol che nel 2007 e' stata acquistata dalla jv formata da Mediacinco Cartera (gruppo Mediaset), Cyrte e Goldman Sachs, vuole dire avere in mano la stragrande maggioranza dei contenuti editoriali destinati alla televisione, il media piu' influente in assoluto.
La societa' presieduta dall'italiano Marco Bassetti, scrive Milano Finanaza, nonostante gli interessi che paga sul debito e' in grado di produrre un' ebitda importante che quest'anno si attestera' sui 150 milioni. Una marginalita' che tuttavia si sta assottigliando essendo scesa dal 16,8% del 2007 al 10,6% del giugno scorso. "Tutte le obbligazioni correnti che la societa' ha contratto verranno rispettate", dice una fonte vicina a Endemol che pero' non specifica se i covenants sul debito siano davvero stati rispettati a fine agosto, dead line per il mantenimento dello status quo con le banche. Sara' questo lo spartiacque per il futuro della societa'. Perche' se i parametri del finanziamento fossero saltati, Barclays e Rbs assieme ai fondi Apollo e Centrebrigde - che intanto hanno comprato tranche del debito Endemol - potrebbero tramutare tutto o parte del credito in azioni spodestando di fatto gli attuali soci e prendendo il comando dell'azienda. Uno scenario plausibile che ha fatto drizzare le orecchie agli azionisti, non tutti pero' spinti dalle stesse motivazioni. Goldman Sachs, da partner finanziario che ha svalutato fino all'ultimo euro, potrebbe uscire di scena. Il fondo di De Mol se operasse da private equity puro potrebbe assumere la medesima decisione anche se una way out in perdita sarebbe piu' difficile da spiegare ai propri investitori. A sua volta l'unico socio industriale, Mediaset appunto, potrebbe restare solo assicurandosi le leve del comando gestionale. A questo punto, la decisione principale spetta al Biscione che nell'ultimo anno e mezzo ha comprato sul mercato oltre 73 milioni di debito di Endemol. Il gruppo tv puo' decidere di rilevare le quote degli alleati e diventare il dominus della produzione oppure trovare un nuovo partner con il quale condividere il percorso di crescita. Nei giorni scorsi, in questo senso, da Londra era rimbalzata l'indiscrezione di un interesse del big Itv, che pero' vorrebbe comprare l'intero capitale dell'azienda nota in tutto il mondo per aver lanciato format quali il Grande Fratello. (MF Dow Jones)
 
 
05/09/2011 07:23
 
NOTIZIE CORRELATE
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).
Arriva l’ok anche dell’Antitrust francese per la fusione di Shine France ed Endemol Shine senza condizioni particolari l’authority, infatti, ha stimato l’assenza di una minaccia effettiva per la concorrenza.
Andrà a Mediaset il canale 20, fino ad oggi in mano a Retecapri e che, come già segnalato nelle scorse settimane su questo periodico, era prossimo ad una vendita verso non meglio identificati acquirenti.