Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, oscuramento iraniano a trasmissioni satellite: Eutelsat si appella alle autorità internazionali
Un’azione di disturbo dell’Iran ha provocato - ieri e l’altro ieri – l’oscuramento totale o parziale del segnale di alcune emittenti diffuse dai satelliti di Eutelsat.
Eutelsat si appella alle autorità internazionali.  Non è la prima volta che accade: già nel 2009 Eutelsat fece un appello alle autorità internazionali affinchè intervenissero per fermare azioni di disturbo, da parte dell’Iran. Era il periodo delle elezioni presidenziali, contestate dall’opposizione, e che avrebbero portato alla riconferma di Ahmadinejad. Le autorità puntarono il dito contro alcune emittenti filo-occidentali che - secondo Teheran - avrebbero fomentato le proteste di piazza. Da qui il temporaneo oscuramento di questi canali, diffusi dai satelliti del colosso francese delle telecomunicazioni. Ora la storia si ripete; e le interferenze hanno interessato anche San Marino perché dal 2011, con lo sbarco satellitare, SMtv fa parte del bouquet Eutelsat. In questo caso l’oscuramento è avvenuto in concomitanza con le proteste – nella capitale iraniana – causate dal deprezzamento della valuta nazionale. Non è il Titano, nel mirino degli Ayatollah, ma 2 TV ed una radio: ripetutamente accusate dall’Iran di propaganda antigovernativa. Sono Voice of America’s persian – servizio radiotelevisivo del Governo statunitense –, Radio Farda - che trasmette dalla Repubblica Ceca –, e BBC Persian. Il transponder – il flusso satellitare - di quest’ultima è lo stesso dell'emittente sanmarinese, da qui i disturbi: verificatisi nella serata del 3 ottobre e – a singhiozzo – nel pomeriggio del giorno successivo. Nessun dubbio, sostengono i vertici di Eutelsat, sull’attribuibilità all’Iran di queste azioni di disturbo: la Corporation è dotata di un sistema in grado di localizzare con precisione le sorgenti di interferenza. Si tratta – affermano – di una violazione delle norme dell’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni. Da qui la richiesta di un intervento urgente perché si ponga fine immediatamente a simili comportamenti. La direzione di SMtv sta verificando la possibilità di fruire di un altro transponder - nell’attesa di soluzioni politiche - per garantire la continuità delle trasmissioni. (fonte SMtv San Marino)
 
 
05/10/2012 20:38
 
NOTIZIE CORRELATE
La centralità di internet è, nel mondo moderno, sempre più permeante e nelle zone caratterizzate dal fenomeno del digital divide, il disagio consiste nel non beneficiare di una connessione internet fissa, o di averne una troppo lenta che, inevitabilmente, va ad intaccare il lavoro degli utenti che utilizzano la rete per questioni legate al business.
Il Tribunal de Commerce di Parigi il 17/11/2016, all'esito del ricorso presentato, ha ordinato alla società francese Eutelsat, che gestisce la comunicazione satellitare in Europa, di riaccendere il segnale della televisione curda Med Nuce TV.
Non è ancora conclusa la diatriba tra Mediaset e Sky a seguito dell'oscuramento delle reti generaliste Canale 5, Italia 1 e Rete 4 sul bouquet della piattaforma che fa riferimento alla News Corp avvenuta nei mesi scorsi.
Un canale televisivo via satellite dedicato esclusivamente ad Expo Milano 2015, che arriva in circa 140 mln di abitazioni, in Europa, Nord Africa e Medio Oriente, e poi un’innovativa piattaforma tecnologica, basata su 34 satelliti con copertura globale.
In aumento le case che ricevono la televisione direttamente o indirettamente via satellite. Il Satellite si conferma l’infrastruttura digitale protagonista per la ricezione della TV, anche se la IP tv (comunque per alcuni versi strumentale al sat) sta galoppando con la diffusione delle smart tv.