Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv: sciopero lavoratori di La7 il 9 maggio “a seguito delle forti difficoltà riscontrate nel tavolo di trattativa con la proprietà”
"Si è appena conclusa l'assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici di La7 che ha votato a grande maggioranza la proclamazione di una intera giornata di sciopero per il giorno 9 maggio 2014".
Lo annunciano in una nota i segretari regionali Roma/Lazio Dino Oggiano e Fabio Scurpa (Slc-CGIL), Fabio Mignozzi (Fistel-Cisl) e Stefano Ricci (Uilcom-Uil). "Lo sciopero - si legge in una nota - è stato proclamato a seguito delle forti difficoltà riscontrate nel tavolo di trattativa con la proprietà, in cui si richiedevano l'estensione dei diritti e del contratto aziendale ai neo assunti e ai precari, oltre al pagamento di un premio di risultato e alla presentazione di un piano industriale in grado di delineare gli scenari futuri e le prospettive dell'emittente". Le organizzazioni sindacali puntano il dito contro il "pesante clima d'incertezza presente in azienda, a fronte dei continui sacrifici imposti dalle politiche di risanamento e alla forte riduzione degli investimenti che rischiano di penalizzare i risultati futuri dell'emittente. Se a questo si aggiunge che anche il cdr, in rappresentanza dei giornalisti dell'emittente, ha partecipato all'assemblea proponendo di dar vita a un coordinamento unitario interno Rsu/cdr, si capisce che la situazione in La7 rischia di diventare esplosiva". Di qui l'invito all'azienda a "riaprire il tavolo di trattativa". (ANSA)
19/04/2014 06:52
 
NOTIZIE CORRELATE
Cairo Editore ha registrato, nel 2016, una crescita del 7% (rispetto al 2015) in termini di raccolta pubblicitaria proveniente dalle testate del gruppo, per un totale di 27,6 mln di euro (nel 2015 sono stati invece 25,8 mln).
L’Effetto Sanremo, ossia il picco di ascolti che Rai 1 registra durante il Festival, consegna al primo canale nazionale la cima della classifica dello share (17,61%) riferito alla prima serata di febbraio 2017 e al target “commerciale” di utenti tra i 15 e i 54 anni.
Valorizzare gli ascolti in netta crescita e migliorare il fatturato: questo è l’obbiettivo di Urbano Cairo per quanto riguarda il 2017.
Tempi d’oro per Urbano Cairo e la sua La7, che godono dei risultati derivanti dall’aver scommesso sull’informazione e l’approfondimento politico nel disegnare il proprio palinsesto.
Un ottobre d’oro per Canale 5 che, con uno share nelle 24 ore del 16,80%, supera Rai 1 (15,8%) grazie ad alcune prime serate di successo (come il Grande Fratello Vip) e al palinsesto nella fascia pomeridiana.