Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
TV & shopping: HSE 24 scommette sul raddoppio del fatturato entro il 2016. "Potenzialità enormi in Italia"
 
Il canale tedesco di teleshopping, che trasmette sull’LCN 37 del DTT e sulla piattaforma Sky (LCN 870), punta a raddoppiare il suo fatturato nei prossimi due anni, proponendo sempre più marchi e prodotti italiani.
100 milioni di euro sono l’obiettivo del canale di shopping tv, informazione e intrattenimento. Come affermato dall’amministratore delegato Nicola Gasperini “siamo un mercato che non ha ancora raggiunto la piena maturità come per esempio è avvenuto in Germania, dove dopo 18 anni il mercato viaggia verso il mld di euro. Le potenzialità in Italia restano enormi”. In occasione del terzo anniversario tricolore del canale controllato da Home Shopping Europe (ricordiamo ai nostri lettori che l’emittente è già presente dal 1995, in Germania, Svizzera ed Austria dove trasmette in lingua tedesca 24 ore al giorno, producendo 16 ore di show live quotidiano dagli studi di Ismaning vicino Monaco), i vertici hanno stimato una crescita del 100%. A crescere non sarà solo il fatturato, ma bensì anche l’organico: al momento sono circa 150 i dipendenti, che entro la fine dell’anno arriveranno a 210. “Tutte professionalità di alto livello, a cavallo tra i venditori e i professionisti della tv, – hanno spiegato - il 50% è donna e ha meno di 35 anni. E poi bisogna considerare l’indotto: 200 persone che lavorano nei call center, 30 tecnici alla tv, il personale del magazzino e della logistica. Nei prossimi mesi – ha aggiunto Nicola Gasperini - assumeremo 60 persone. Per le selezioni del personale ci affidiamo ad agenzie esterne. I nostri capisaldi sono la fidelizzazione dei dipendenti e quella del consumatore”. E a guidare l’exploit di un canale trasversale rispetto all’e-commerce, sarebbe proprio il “rapporto di fiducia che si instaura tra clienti e staff”: il call center diventa così solamente il mezzo con cui si perfeziona l’acquisto, ma non necessariamente quello di accesso ai prodotti (questi ultimi infatti sono tutti disponibili all’acquisto anche tramite il sito web www.hse24.it). Certo è che la tv costituisce – come la società stessa ha dichiarato – un’enorme spinta per il successo del canale, che se si fosse limitato al web, molto probabilmente si sarebbe perso nella marea degli altri siti di e-commerce. L’intrattenimento e lo shopping di HSE24 attirano e conquistano un pubblico principalmente femminile (90%), compreso in una fascia d’età tra i 40 e i 65 anni: le clienti diventano via via sempre più smart nell’uso degli strumenti digitali e, da vere fanatiche dei social, se un prodotto venduto in tv non funziona, lo dicono apertamente dando numerosi consigli. Va sottolineato inoltre che il canale non si nutre di pubblicità, ma calcola i ricavi basandosi sui minuti di trasmissione: gli articoli più venduti riguardano il settore della moda, della bellezza e della casa. Gli show di un'ora permettono di conoscere a fondo ciò che si compra, di vedere indossati gli abiti su modelle di diversa corporatura, di fare domande non solo agli operatori del call center ma anche in diretta a conduttori ed esperti. Il teleshopping è attualmente uno dei comparti industriali maggiormente in crescita e ha buone prospettive per esserlo anche in futuro: “puntiamo molto sul meccanismo della diretta che permette una migliore gestione in 'real time' degli ordini e del sentimento dei clienti - continua Nicola Gasperini - Solo il live consente di tarare in maniera puntuale la programmazione e può garantirci una forte crescita nei prossimi mesi. Inoltre i nuovi set e il nuovo team daranno un’impronta ancora più glamour e sempre più connotata verso l'italianstyle”. (V.R. per NL)
 
25/06/2014 07:34
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).