Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, Spagna: Cnn+ cesserà le trasmissioni dalla mezzanotte. Troppe perdite, Prisa cede canale a Tele 5
La rete di informazioni spagnola Cnn+ cesserà le trasmissioni alla mezzanotte di oggi: lo ha reso noto il gruppo editoriale Prisa, dal quale dipendeva.
La chiusura di Cnn+ deriva dalla vendita da parte di Prisa del canale digitale terrestre Cuatro e del 44% del bouquet a pagamento Digital+ a Tele 5, controllata da Mediaset: l’affare da 976 milioni di euro prevedeva, infatti, che Prisa potesse conservare un canale sul digitale terrestre “con il fine esclusivo di trasmettere informazioni”, una opzione che sembrava salvaguardare Cnn+, ma che, dato l’alto livello di perdite della rete, il gruppo ha preferito non esercitare, lasciando il canale a Tele5. Secondo la stampa spagnola al posto della rete informativa - i cui dipendenti passeranno sotto Tele5 - dovrebbe venire trasmesso il programma che segue a orario continuato il “Gran Hermano”, la versione spagnola del Grande Fratello. (Apcom)
28/12/2010 21:09
 
NOTIZIE CORRELATE
La stazione romana Radio Globo, superstation della famiglia italobrasiliana Benvenuti-Dantas ha dato vita a Beat Globo, una nuova stazione internazionale di musica dance-house, con sonorità deep, tecno, elettroniche ricevibile (per ora) soltanto ad Ibiza su Fm 94.400 MHz ed in webcasting. (R.R. per NL)

Rcs Mediagroup ha recentemente firmato un accordo di locazione con il gruppo Mediapro per una delle due frequenze di Veo Tv, che fa capo alla controllata spagnola Unidad Editorial.
RCS rifiuta l’offerta di 60 mln per VeoTv di Secuoya; si parla di affitto di uno dei canali a disposizione della controllata, probabilmente al gruppo Discovery.
Una nuova Cnn, brillante, accattivante, un nuovo canale tv fatto interamente di notizie e documentari rivolto agli under 35 (i cosiddetti “Millennial”) che non leggono i quotidiani cartacei né provano alcun interesse verso la tv tradizionale: è proprio questo l’obiettivo prefigurato da Shane Smith, il fondatore e leader di Vice Media, che lunedì 29 febbraio ha lanciato negli Stati Uniti la sua Viceland.
Great Big Story, il nuovo sito creato ad hoc per giovani e social, in 5 mesi ha già 9 milioni di utenti. È finanziato interamente da Cnn ma ne è indipendente: sul portale e sull’applicazione non compare nemmeno il marchio dell’emittente.