Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, USA: ceo NBC Jezz Zucker lascia dopo fusione con Comcast
Smentite e negazioni che continuarono anche quando il New York Post di Rupert Murdoch scrisse un dettagliato resoconto sul cospicuo buono uscita in preparazione per Zucker.
Sia lui che Burke ripeterono che non sarebbe cambiato nulla. Ma intanto diventava sempre piu' chiaro che sara' Burke a prendere le decisioni sul network nato dalla fusione fra la Nbc di General Electric con Vivendi Universal Entertainment il cui controllo passa ora a Comcast. La notizia di Zucker arriva solo poche ore dopo l'uscita di scena di Jonathan Klein che lascia il posto di direttore di Cnn. Ad inizio mese era stata la volta di David Westin che ha lasciato il posto di presidente con delega alle news di Abc, l'emittente controllata dalla Walt Disney. (Adnkronos)
 
25/09/2010 17:47
 
NOTIZIE CORRELATE
Il network americano Nbc ha acquistato il 25% di Euronews per 30 milioni di dollari. L’accordo ha avuto il via libera anche della Commissione Europea che finanzia il canale francese, il cui capitale è suddiviso tra 21 reti pubbliche tra le quali la stessa Rai.
News Corp chiude in perdita il suo secondo trimestre fiscale: determinanti gli oneri dovuti alle attività australiane connesse alla stampa. Il gruppo editoriale di Rupert Murdoch che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha rilevato un rosso di 219 mln di dollari nei tre mesi al 31 dicembre scorso contro i 106 mln del periodo omologo dell'anno precedente.
Gli Stati Uniti hanno ultimato l’asta per la cessione delle frequenze nella banda 600 MHz dagli operatori televisivi alle telco: il guadagno è stato praticamente un quarto rispetto alle previsioni ma l’asta dà il via allo sviluppo del 5G.
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
La notizia è rilevante non solo per l'entità economica dell'operazione, ma anche per il segnale che essa manda al settore delle tlc e dei content provider radio e tv.