Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Una quota del canone RAI alle radio e tv locali. Emendamento alla legge di Stabilità
 
Il canone RAI, l’abbonamento annuale alla radiotelevisione, potrebbe aumentare nel 2014 di 6 euro per finanziare le radio e tv locali.
Così propone un emendamento alla legge di stabilità 2014. Una delle tasse peggio digerite dagli italiani, che riguarda la detenzione nella propria famiglia di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive ai sensi dell’articolo 1 e 2 del RDL 246 del 1938 (un’imposta sulla detenzione dell’apparecchio che quindi deve essere pagata indipendentemente dall’uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive) torna nel centro del mirino, suscitando ampie contestazioni da parte delle associazioni dei consumatori. Il pagamento del canone Rai (per il 2013 pari a 113,50 euro) è annuale e segue specifiche scadenze: 31 gennaio pagamento canone Rai annuale; 31 gennaio e 31 luglio pagamento semestrale; 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre pagamento canone Rai a rate. Recentemente alla questione avevamo dedicato attenzione in conseguenza della pretesa della concessionaria pubblica di applicare alle aziende che hanno un videoregistratore o un computer il pagamento dell'imposta speciale. (E.G. per NL)
20/11/2013 13:24
 
NOTIZIE CORRELATE
Marzo porta con sé aria di cambiamenti per il canale televisivo Rete 4. Il canale di Mediaset annuncia grandi novità che entreranno in vigore a partire da questa domenica, 12 marzo: nuova veste grafica e nuovi format in versione sperimentale; questi gli ingredienti principali della rivoluzione a cura di Sebastiano Lombardi, direttore del canale.
Da quanto il canone Rai è nella bolletta dell’elettricità molte famiglie hanno avuto a che fare con la dichiarazione sostitutiva per evitare addebiti non dovuti o duplicati.
L’espediente della bolletta è riuscito a ridurre l’evasione dal canone RAI. Questo è il dato che emerge dalla presentazione dei risultati del 2016 condotta dal direttore generale dell’Agenzia delle entrate Rossella Orlandi, insieme al ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e al viceministro Luigi Casero.
Dal 15 settembre è possibile effettuare la presentazione dei moduli per chiedere il rimborso del canone Rai in bolletta. Se il canone è stato pagato ma non è dovuto, il titolare del contratto di fornitura di energia elettrica può, infatti, chiedere il rimborso.
Il Ministero dello Sviluppo Economico interviene sulle indiscrezioni di stampa pubblicate nei giorni scorsi a riguardo di un presunto fallimento dell'operazione "canone RAI in bolletta", secondo le quali quasi un italiano su due non avrebbe provveduto al versamento, con punte del 60% al Sud.