Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Audiradio: i dati del primo bimestre 2009 solo a maggio
La società curatrice degli ascolti radiofonici in Italia ha reso noto in data odierna che "A salvaguardia della unitarietà e della completezza dell'indagine Audiradio, i dati della ricerca telefonica e quelli della ricerca tramite panel-diari, entrambi relativi al primo bimestre 2009, saranno pubblicati in contemporanea nella prima settimana di maggio. Ciò darà modo di svolgere le elaborazione necessarie alla integrazione tra le due fonti e consentirà, come richiesto dal mercato, la loro convergenza in unico nastro di pianificazione". Probabile che la decisione di Audiradio (già al centro di pesanti proteste per il cosiddetto "caso soglia") determinerà critiche da parte delle emittenti  sprovviste di dati su cui sviluppare i piani editoriali e le azioni commerciali.
17/03/2009 13:37
 

Che vergogna...

Andiamo bene: una società privata che può ingessare un intero sistema. Ma l'Agcom che ci sta a fare?

Ma le associazioni di categoria che ci stanno a fare?

Mi riferisco a quelle che sono nel comitato Audiradio. O non contano nulla, e allora è grave, o sono d'accordo, e allora è peggio. Come al solito le piccole radio sono abbandonate al proprio destino. Ma la vergogna più grande è vedere che il garante non fa nulla....
NOTIZIE CORRELATE
Pubblicati i dati risultanti dalle rilevazioni sugli ascolti radiofonici di Radio Monitor by Eurisko (ultima tornata in attesa della successione della Tavolo Editori Radiofonici srl nell'indagine) e relativi al secondo semestre 2016, dai quali spicca il dato riguardante le emittenti Mediaset: il Biscione arriva a controllare un quarto degli ascolti radiofonici nel giorno medio (attraverso le emittenti di proprietà R101, Virgin Radio e Radio 105 e senza considerare quelle commercializzate: Radio Kiss Kiss, RMC, Subasio e Norba), confermando le preoccupazioni della concorrenza (in particolare di Linus, direttore di Radio Dee Jay).
Le emittenti radiofoniche interessate stanno ricevendo in questi giorni il modulo d'adesione alla prima indagine sull'ascolto radiofonico italiano gestita dalla milanese TER - Tavolo Editori Radiofonici srl, la nuova società di diritto privato che si occuperà della raccolta e dell'elaborazione sull'audiance del medium.
La TER (Tavolo Editori Radio srl) ha assegnato l’indagine sugli ascolti radiofonici in Italia nel 2017 ad Ipsos e GfK Eurisko che si distribuiranno equamente l’incarico, mentre ad un terzo ente ancora da definire verrà affidata l’attività di controllo.
Inizieranno dall’ormai vicino 2017 i lavori della nuova Audiradio, l’istituto di rilevazione degli ascolti radiofonici che nasce dalla collaborazione fra gli editori nazionali e locali del settore.
Come ampiamente spiegato nei precedenti articoli, gli editori radiofonici pubblici e privati, nazionali (soprattutto) e locali, hanno creato una società (Tavolo Editori Radio) che ha come obiettivo la rilevazione degli ascolti dopo la chiusura di Audiradio, cui è succeduto l'istituto Eurisko con la sua indagine Radio Monitor, fino ad ora unico strumento disponibile per il monitoraggio.