Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT. Il 31/01/2017 scade il termine per il pagamento dei diritti amministrativi e del contributo per i ponti radio

L’art. 34 del Codice delle Comunicazioni elettroniche (Dlgs. 259/2003 e s.m.i) prevede il pagamento dei diritti amministrativi da parte degli operatori di rete televisiva entro il 31/01 di ogni anno secondo le modalità riportate nella circolare ministeriale esplicativa del 22/12/2015. Il pagamento va effettuato sulla base delle autorizzazioni in essere al 31/12 dell’anno precedente, mediante bonifico bancario IBAN: IT 30N 01000 03245 344 0 18 2569 01, intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo con la causale obbligatoria "diritti amministrativi anno … da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 ART. 1". Per gli operatori di rete locali è obbligatorio indicare nella causale l’Identificativo della rete e la Regione e non è prevista alcuna esenzione. Le attestazioni di pagamento devono essere inviate alla casella dgscerp.entratetv@pec.mise.gov.it. Sempre entro il 31/01/2017 occorre effettuare il pagamento contributo per i collegamenti in ponte radio. L’art. 35 del Codice delle Comunicazioni elettroniche (Dlgs. 259/2003 e s.m.i) prevede il pagamento dei contributi per l’utilizzo delle frequenze dei ponti di collegamento da parte degli operatori di rete televisiva. La circolare ministeriale esplicativa del 22/12/2015 stabilisce la scadenza del pagamento il 31/01 di ogni anno. Il pagamento va effettuato sulla base dei collegamenti oggetto di autorizzazioni in essere al 31/12 dell’anno precedente, mediante bonifico bancario IBAN: IT 30N 01000 03245 344 0 18 2569 01, intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo con la causale obbligatoria "contributo utilizzo ponti di collegamento anno … da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 ART. 1". Per gli operatori di rete locali è obbligatorio indicare nella causale l’identificativo della rete e non è prevista alcuna esenzione. Le attestazioni di pagamento devono essere inviate alla casella dgscerp.entratetv@pec.mise.gov.it unitamente alla trasmissione del prospetto relativo alla consistenza delle tratte in ponte radio da parte degli operatori che non abbiano già provveduto, utilizzando lo schema presente fra gli allegati. La struttura di competenze a più livelli Consultmedia, collegata a questo periodico, ha predisposto il consueto service di assistenza. Per informazioni: studiomadaro@planetmedia.it, tel. 03317593377. (E.G. per NL)
19/01/2017 11:00
 
NOTIZIE CORRELATE
Scontistica ex art. 2 cc. 5, 6 e 8 DM 04/08/2016 sui contributi dovuti dagli operatori di rete titolari di diritto d’uso in ambito locale per l’utilizzo delle frequenze digitali per gli anni 2014, 2015 e 2016.
In ottemperanza della sentenza n. 5302/2015, pronunciata dal Consiglio di Stato sul ricorso proposto dalla società LI.RA S.r.l., il MISE ha apportato variazioni alla graduatoria di assegnazione delle frequenze televisive della Regione Campania.
Di concerto con la struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico), pubblichiamo una serie di informazioni a seguito di chiarimenti espressi dal Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo del bando per le graduatorie degli operatori di rete locale relativamente alle nuove frequenze coordinate attribuite all’Italia, cioè non interferenti con i paesi confinanti.
Sono disponibili sul sito del Ministero le linee guida e i moduli, sia in italiano che in inglese, per la richiesta dell'uso temporaneo delle frequenze per impianti radio.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato in data 02/05/2016 i bandi per le graduatorie sia degli operatori di rete locale relativamente alle nuove frequenze coordinate attribuite all’Italia, cioè non interferenti con i paesi confinanti, sia dei fornitori di servizi media audiovisivi che potranno essere trasportati sui multiplex, a partire dalle regioni oggetto della cosiddetta “rottamazione delle frequenze”.