Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria, GB, scandalo Sun (Murdoch): avevano venduto segreti su vip in manette, 2 agenti colpevoli
Avevano venduto al tabloid Sun segreti riguardanti alcuni vip e le loro famiglie. Due ex agenti britannici oggi si sono dichiarati colpevoli nel processo per la compravendita di informazioni riservate fra membri delle forze dell'ordine e alcuni giornalisti del giornale di Rupert Murdoch.
Si tratta di Alan Tierney, ex poliziotto, che ha venduto i dettagli degli arresti del musicista Ronnie Wood e della madre di John Terry, calciatore del Chelsea. L'altro condannato e' Richard Trunkfield, ex guardia carceraria, che ha passato al Sun informazioni su un ''personaggio di alto profilo'' finito dietro le sbarre. Questo processo e' solo in parte legato a quello relativo al cosiddetto 'Tabloidgate', lo scandalo che si e' abbattuto come una bufera sul gruppo del tycoon australiano, e che riguardava intercettazioni telefoniche illegali, ai danni di vittime di crimini e vip. (ANSA)
09/03/2013 06:38
 
NOTIZIE CORRELATE
News Corp chiude in perdita il suo secondo trimestre fiscale: determinanti gli oneri dovuti alle attività australiane connesse alla stampa. Il gruppo editoriale di Rupert Murdoch che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha rilevato un rosso di 219 mln di dollari nei tre mesi al 31 dicembre scorso contro i 106 mln del periodo omologo dell'anno precedente.
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
Sky Italia ha chiuso il secondo trimestre dell’anno fiscale 2016 (30/06/2016), vedendo crescere gli abbonati (+17mila) e i ricavi (+13%), attestando l'utile operativo a 67mln di euro, in sensibile diminuzione (-11mln) rispetto allo scorso anno fiscale.
Con la Brexit non si profilano solo conseguenze sulla finanza e le esportazioni: il Regno Unito rischia, infatti, di tagliare una corposa dose di fondi per uno dei suoi mercati più fiorenti, cioè quello audiovisivo.
Ha il via anche in Italia, dal 24 giugno, il rebranding del servizio SVOD di Sky che diventa Now Tv, come già fatto nel Regno Unito nel 2012. L’obiettivo è offrire un servizio meno caro, aumentare i contenuti e proporli tutti in HD.