Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Libri. Web marketing per le pmi. Seo, email, app, Google, Facebook & Co. per fare business
 
I siti internet, i motori di ricerca, Facebook, Twitter, YouTube, le email sono alcuni degli strumenti di web marketing che permettono alle Piccole e Medie Imprese di emergere, farsi trovare e raggiungere nuovi clienti in Italia e all’estero.
Come sfruttare appieno le opportunità di business offerte dalla tecnologia e dai nuovi portali? Come usare il web per uscire dalla crisi, innovare e competere? Come investire nel mix di azioni migliori? Questo manuale guida, passo dopo passo, nel definire il piano di web marketing, si pone come obiettivo quello di presentare gli strumenti e i segreti per ottenere buoni risultati ed evitare delusioni, fornendo delucidazioni in modo semplice e diretto su come orientarsi tra termini tecnici in inglese e novità del mercato. Pensato per imprenditori, responsabili marketing e commerciali, studenti o professionisti che si stanno avvicinando a questo settore, il testo in esame è arricchito da esempi, casi di successo e testimonianze di imprenditori e marketing manager che hanno usato con ottimi risultati internet per far conoscere l’azienda e migliorare il loro business. L’autrice Miriam Bertoli, che si occupa di web marketing dal 2000, tenendo corsi di formazione in azienda per enti e associazioni di categoria, è tra le fondatrici del gruppo Nordest delle Girl Geek Dinners, il movimento mondiale delle donne appassionate di Internet e nuove tecnologie: nel volume in esame dà prova delle sue competenze rispondendo alle domande e ai dubbi più comuni in materia e suggerendo consigli a coloro che desiderano sfruttare al massimo le potenzialità del web. Come l’autrice dichiara all’inizio del primo capitolo, il libro è immaginato come “una mappa, accompagnata da una bussola, pensata per chi non è esperto di web marketing e lo vuole diventare leggendo le pagine in esame”. Il testo, edito da Hoepli (www.hoepli.it), è in vendita al costo di € 24,90. (V.R. per NL)
 
12/03/2015 10:03
 
NOTIZIE CORRELATE
Scritto da Francesco Saverio Del Buono, avvocato del Foro di Bari e presidente dell’associazione Unione tutela degli inquilini, il manuale intende costituire un pratico sostegno per i professionisti del settore delle locazioni ad uso abitativo: avvocati, commercialisti o agenti immobiliari, fornendo loro un immediato quadro normativo in materia di locazione.
Definito dal New York Times “un incontro straordinario”, scritto a quattro mani dalla scrittrice indiana Arundhati Roy e dal noto attore John Cusack (attore nelle note pellicole “Serendipity” e “1408”, per citarne alcune), il testo in titolo è il frutto di un’idea particolare.
Opera diretta da Ferruccio Auletta, con i contributi di Raffaele Cantone, Francesco Capalbo, Giuseppe Guizzi, Alberto Massera, Federico Riganti, Alberto Rigoni, Elisa Scaroina, Margherita Smarra e Giovanni Strampelli; esperti di scienze economiche, aziendali e contabili (oltre che giuristi) di diversa estrazione disciplinare (e istituzionale).
Scritto a sei mani da Alberto Gambino, noto giurista italiano, Mirzia Bianca e Raffaella Messinetti, entrambe professori di Diritto Privato presso l’Università “La Sapienza” di Roma, questo testo affronta il delicato tema del bilanciamento della libertà di manifestazione del pensiero con i principali diritti fondamentali, tema ancor più pregnante con l’arrivo della tecnica e dei social networks che apre al giurista nuovi scenari e vari interrogativi.
Sempre più diffuso, il fenomeno collettivo delle trasmissioni televisive che vanno a scandagliare tragiche vicende di cronaca crea un divario sempre più evidente tra l'accertamento dei fatti all'interno del processo e quello effettuato nella rappresentazione mediatica, dove i dati scientifici sono filtrati dalla lente deformata dei mass media e presentati come prove indubitabili, creando nelle menti degli spettatori l'emozionante illusione di poter basare su dati certi la responsabilità degli imputati.