Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Sky Italia: ancora agitazioni contro i tagli, la sede di Roma rischia il dislocamento

Nella giornata di mercoledì 8 febbraio i giornalisti e i tecnici di SkyTg24 hanno scioperato per protestare contro il nuovo programma di riorganizzazione aziendale. La decisione è stata presa dopo l’incontro di lunedì scorso tra i sindacati di categoria (Cgil, Cisl e Uil) e i vertici del gruppo di Murdoch.
A sostegno dei propri colleghi si sono schierati anche gli altri lavoratori di Sky Italia contro l’ultimo piano gestionale dell’impresa che prevede il trasferimento di 378 dipendenti dalla sede di Roma a quella di Milano e un significativo taglio, circa 200 persone, agli esuberi. “Chiediamo all'azienda la presentazione di un chiaro e organico piano industriale che consenta a tutti i lavoratori di capire quali siano i risparmi e gli investimenti dell'operazione prospettata e quale sarà l'organizzazione del lavoro futuro di tutta Sky Italia e per il telegiornale nel futuro un piano editoriale – chiarisce la nota ufficiale della redazione di SkyTg24 - Il cambiamento può e deve essere una sfida, ma quando tutti sanno quale sarà la rotta e la destinazione.” (M.R. per NL)

09/02/2017 08:55
 
NOTIZIE CORRELATE
Si  è   interrotto   oggi   il   confronto  tra   la Federazione   nazionale  della   stampa  italiana   – chiamata   ad assistere il Cdr di Sky Tg 24 – e Sky Italia al tavolo delle trattativa per il trasferimento di 99 giornalisti del   Tg   da   Roma   a   Milano. 
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
Le emittenti nazionali, sia pay che free, cercano di portare in tv le logiche pubblicitarie che hanno fatto la fortuna del web advertising, per far fronte alla sua crescita che, in alcuni paesi europei, gli ha già permesso di superare il piccolo schermo.
Sky Italia esce da Confindustria Radio Tv, cui addebita una visione anacronistica del settore, «ferma al Novecento».
Il nuovo servizio Box Sets consentirà di vedere più di 300 titoli. A breve il nuovo decoder My Sky Hd, con cui sfruttare il nuovo Sky Q, con contenuti sincronizzati su più device.