Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, coi Mondiali del Brasile torna Sportitalia (by Tarak Ben Ammar). On air dal 2 giugno
 
Alla fine le indiscrezioni sono state confermate: Sportitalia tornerà in onda sul DTT, anche se un pò più tardi di quanto si pensava.
Dopo le vicissitudini che avevano interessato i precedenti content provider del noto marchio televisivo nazionale (la LT Multimedia di Valter La Tona aveva rilevato nell'estate scorsa dalla società Maroncelli 9 - ex Interactive - di Bruno Bogarelli gli asset ex Sportitalia, finendo però al centro di una complessa bagarre legale/commerciale con la concessionaria PRS), il canale sportivo sarà nuovamente on air da lunedì 2 giugno prossimo, sfruttando l'irripetibile opportunità dei Mondiali Brasile 2014. A dirigere il marchio/palinsesto sarà Michele Criscitiello, giornalista molto conosciuto al pubblico di Sportitalia gestione Bogarelli, che il 7 aprile in una trasmissione tv locale aveva anticipato: "Nel giro di poco ripartiremo con un progetto che non è una ripartenza ma il prosieguo di quello che abbiamo fatto in dieci anni e quindi adesso torneremo a divertirci dopo tre mesi di relax....". Le redini del canale - come per primo aveva ipotizzato questo periodico - saranno riprese da Tarak Ben Ammar, l'imprenditore tunisino che l'aveva fondata nel 2004 (e da sempre titolare del marchio Sportitalia, di cui la società di Bogarelli era licenziataria), coadiuvato da Naguib Sawiris, azionista egiziano della galassia Prima Tv, network provider nazionale proprietario del multiplex DFree che ospita contenuti Mediaset (recentemente tornata alla ribalta settoriale per aver presentato al TAR Lazio un ricorso per chiedere l'annullamento dell'asta con cui il ministero dello Sviluppo Economico intende assegnare tre multiplex per la trasmissione del segnale televisivo in digitale terrestre). Il progetto di restart è stato curato da Egidio Viggiani, direttore affari generali di Prima Tv, società partecipata da Ben Ammar e Sawiris (presente in Italia con i portali Libero e Infostrada e la quotata Dada) e prevede un investimento di 6-8 milioni. A differenza della precedente gestione, che vedeva tre canali in onda (Sportitalia, Sportitalia 2 e Sportitalia 24), la programmazione sarà unica e segnatamente sul logical channel number 153 (i canali 60, 61 e 62 sono ancora in fase di ricollocazione nella sfera societaria di LT Multimedia), anche se è quasi certa la presenza nel segmento 200 del bouquet di Sky. “Il progetto - scrive Milano Finanza - in questa fase è stato gestito da Europa Network (controllata da Prima Tv), che metterà a disposizione l’autorizzazione ministeriale alla diffusione nazionale del canale, e da Micri Communication, la società di Criscitiello che produrrà e realizzerà operativamente i contenuti di Sportitalia”. A fianco di Criscitiello, anchorman di punta, tornerà Alfredo Pedullà insieme ad un gruppo squadra di 60 persone tra giornalisti e tecnici. (M.L. per NL)
07/05/2014 17:48
 
NOTIZIE CORRELATE
Ancora risultati positivi per Sportitalia, con ricavi in crescita del 66% nel 2015; adesso, l’emittente punta ad aumentare i contenuti autoprodotti per limitare i costi e, secondo indiscrezioni, anche al canale 59 orfano di Gazzetta Tv.
Per gli appassionati di sport, ma soprattutto di contrattazioni calcistiche, torna il calciomercato su Sportitalia: durante tutto il mese di gennaio il canale televisivo italiano interamente dedicato allo sport (disponibile in Italia sui canali 60 e 153 del dtt e sulla piattaforma Sky Italia, al canale 225) sarà interamente incentrato sull’analisi dei movimenti e operazioni di trasferimento dei calciatori da una società all’altra.
Niente da fare per Lt Multimedia: la società di Valter La Tona, editore di Alice, Leonardo, Marcopolo e Nuvolari, s'avvia verso il concordato preventivo.
Tra bomber e mezzepunte, Sportitalia (ora LCN 60, oltre a 153) consegue gli obiettivi prefissati, assicurandosi una preminente attenzione mediatica confermata dai dati Auditel di agosto.
A seguito della riorganizzazione dei canali della LT Multimedia, dal 1° settembre, dopo Leonardo (LCN 222), anche il canale televisivo in lingua tedesca Alice Kochen è stato eliminato dal bouquet DTT (dove occupava il logical channel number 224).